Prosegue inarrestabile l’ascesa del nostro mercato, andando proprio oggi a lambire i 19.000 punti di FtseMib, target che ci eravamo prefissati nel breve-medio periodo.
L’ipercomprato ha raggiunto oramai livellli, se non proprio assoluti, davvero elevati, da rendere sempre più probabile una correzione, anche di un certo spessore, a breve.
Tecnicamente il nostra indice potrebbe ritracciare di almeno 800/1.200 punti, e senza assolutamente intaccare il trend rialzista di fondo; segnali infatti di allerta perverrebbero solo sotto i 17.650, mentre un’inversione si avrebbe solo con una chiusura sotto 17.200, al momento davvero lontana.
In caso invece di superamento dei 19.000 punti, si entrerebbe ancor di più in una fase speculativa in direzione di quota 19.800/20.000, da sfruttare unicamente per impostare operazioni ribassiste di trading o di copertura del portafoglio, caldeggiate già da questi livelli per gli investitori più avvezzi al rischio.
Strategicamente qui a ridosso dei 19.000 si consiglia di portare l’investito anche solo al 20%, monetizzando quindi quasi totalmente i guadagni conseguiti in questi ultimi mesi, confidando di rientrare gradualmente durante le prossime settimane a prezzi inferiori.
Considerando l’ancora precaria situazione economica italiana, sarebbe un vero peccato lasciarsi sfuggire certi guadagni in Borsa.