Bper banca festeggia i conti del 2018 con un exploit di quasi 10 punti percentuali, grazie ad un bilancio che si chiude con utili oltre i 400 milioni di euro, contro i 176 del 2017.

Inoltre l'acquisto di Unipol Banca per una spesa di 220 milioni porterà a risparmi lordi annui intorno agli 80 milioni ovvero l'investimento verrà recuperato in poco più di tre anni.

Infine il Cet1 ratio che misura la solidità patrimoniale, si attesta al 12%, ben al di sopra della soglia minima richiesta dalla BCE pari al 9%, grazie anche alla diminuzione dei crediti deteriorati pari a 3.5 miliardi e recentemente cartolarizzati. 

Nonostante questi strabilianti numeri messi in evidenza dal management, dal punto di vista grafico i prezzi si trovano nella fascia di minimo degli ultimi 10 anni a ridosso dei 3 euro.

Tale dicotomia è messa bene in evidenza dalla differenza tra il target medio dichiarato dagli analisti a 5.20 e il minimo di fine dicembre scorso a 2.95 euro.

Appare dunque evidente che lo sconto offerto dal titolo è un dei più "ghiotti" tra quelli offerti dal Ftse Mib, con la prospettiva più immediata di vedere presto il superamento di almeno 3.80 euro.