Il FtseMib disegna una black spinning top che prosegue il violento ribasso che ha condotto a una perdita del  11.26% nelle ultime 5 sedute. Dopo aver ignorato completamente il Coronavirus nelle prime 3 settimane di Febbraio, i mercati tornano con i piedi per terra: e lo fanno con molta violenza seguendo il detto per cui si sale per le scale e si scende con l’ascensore.

Basti pensare che nella sola seduta di lunedì 24, il Ftse Mib ha perso in poche ore tutto il guadagno faticosamente accumulato nell’intero 2020. Il ribasso è proseguito anche nelle successive, intervallato dal “rimbalzo del gatto morto” di mercoledì, portando il bilancio annuale in profondo rosso (-6.48%).

Fa specie vedere titoli solidi del calibro di ENI che perdono un quindi del loro valore (-19,41%) nei primi 2 mesi dell’anno così come  Salvatore Ferragamo -23,79% Saipem -21,6% Juventus -21,41% Bper Banca-19,72%, Tenaris -18,73%. Fra i titoli migliori solo 2 azioni registrano rialzi double digit: Ubi Banca +27,64% e Nexi +17,51%

Operativamente in questa fase di mercato così volatile premia di più un trading intraday piuttosto che di posizione. Non a caso  a Febbraio l’operatività veloce ha pagato, come descritto in questo articolo. Lunedì proveremo a rientrare sul mercato su eventuale conferma dei segnali di reazione di alcuni titoli!

Tra i titoli interessanti per la prossima seduta, segnaliamo.