Il FtseMib disegna una doji candle che si riporta su livelli che non vedeva dall’8 agosto. L’indice archivia la settima settimana positiva nelle ultime 8 con un bilancio del +18.74% nel 2019 che riporta i prezzi esattamente sui valori di apertura del 2018. L’impressione è che i prezzi stiano scontando scenari positivi sia sul fronte delle banche centrali (attendendosi nuove misure espansive dalle riunione della Bce in programma mercoledì 10 Aprile) che delle trimestrali Usa in programma nei prossimi giorni.

La difficoltà che si incontra in questa fase è che si fa tanto fatica ad andare Long su un mercato “tirato”  che tipicamente potrebbe essere colpito da repentine prese di profitto, ma al contempo è difficoltoso entrare short su un trend rialzista così insistito. In questo contesto abbiamo limitato l’operatività detenendo in portafoglio 1 solo titolo bancario appartenente all’indice MID CAP che dopo una violenta discesa mostra timidi segnali di reazione.

Fra i titoli interessanti per la prossima seduta, segnaliamo fra le indicazioni ufficiali.

Segnaliamo fra le idee di trading.

A2A prosegue la discesa innescata dopo la pubblicazione dei risultati con i prezzi che perdono il 6.5% dai massimi toccati mercoledì. Monitoriamo il supporto in area 1.525€ che potrebbe opporsi a una ulteriore discesa dei prezzi.

Tornano i volumi su SAIPEM (i più alti dal 7 Marzo) che testa la resistenza psicologica dei 5€. Una chiusura superiore a questo livello, fornirà un significativo segnale di continuazione rialzista.