Il FtseMib disegna una black spinning top che tocca i massimi dal 16 maggio 2018. Nonostante le tensioni che si respirano nel Golfo Persico, i mercati iniziano a spron battuto anche il 2020 con Wall Street che tocca i massimi assoluti.

Anche Piazza Affari, dopo essersi lasciato alle spalle il miglior anno degli ultimi 21 con uno straordinario +28.28% per il Ftse Mib, riparte in rialzo apprezzandosi del 2.19% nelle prime 7 sedute dell’anno.

L’andamento dei mercati nelle prossime sedute sarà legato all’evoluzione delle tensioni fra Iran e Usa. In caso di Escalation militare saranno premiati i titoli energy, legati alla difesa e i beni rifugio come l’oro. In caso di Descalation invece il denaro affluirà sui titoli ad alto Beta in primis i finanziari.

Graficamente siamo su un livello spartiacque Fondamentale: area 24.000 è un importante resistenza sopra la quale i prezzi stanno tentando di consolidare. Da qui potrebbe partire un significativo movimento in grado di condizionare i primi mesi del 2020.

Operativamente in un contesto così condizionato da eventi esogeni, preferiamo per il momento operazioni intraday che sfruttino la microvolatilità, piuttosto che delle decisioni strategiche/tattiche.

Tra i titoli interessanti per la prossima seduta, segnaliamo.

FERRARI prosegue l’incredibile ascesa toccando nuovi massimi assoluti. Il superamento di 157.5€ potrebbe calamitare nuovi acquirenti.