Il FtseMib disegna una black spinning top che prosegue la correzione dai massimi di periodo toccati il 30 aprile in area 18.300 punti. L’indice archivia la peggior settimana delle ultime 9 (-3.37%) riportando in profondo rosso il bilancio da inizio anno (-28.31%).

Nonostante alcuni paesi principali stiano provando a uscire dal Lockdown, sull’umore del mercato pesano i dati che mostrano il forte deterioramento del quadro macro mondiale e  l’acuirsi delle tensioni commerciali fra Usa e Cina legate alla genesi del Covid a Wuhan.

Operativamente lunedì l’apertura di Piazza Affari sarà condizionata dal corposo stacco cedola. Di seguito la lista delle azioni che distribuiranno il dividendo:

  • A2A 0,0775 euro
  • ANIMA ordinarie 0,205 euro
  • AZIMUT 1,00 euro
  • BUZZI UNICEM ordinarie 0,15 euro risparmio 0,174 euro
  • ENI 0,43 euro saldo (0,43 euro acconto 2019 23/9/2019)
  • GENERALI 0,50 euro - prima tranche
  • INWIT ordinarie 0,132 euro
  • ITALGAS 0,256 euro
  • MASSIMO ZANETTI ordinarie 0,19 euro
  • PRYSMIAN ordinarie 0,25 euro
  • RECORDATI 0,52 euro saldo 2019 (0,48 euro acconto 2019 18/11/2019)
  • SAIPEM ordinarie e risparmio 0,01 euro
  • SALINI IMPREGILO ordinarie 0,30 euro risparmio 0,26 euro
  • UNIPOLSAI 0,16 euro

Tra i titoli interessanti per la prossima seduta, segnaliamo.

EXOR dopo un violento sell off mostra timidi segnali di reazione disegnando una interessante white spinning top. Possibile intervenire sulla conferma del segnale che si avrà con il superamento di 43.5€.

RECORDATI strappa nuovamente al rialzo, riportandosi su nuovi massimi assoluti. Il superamento si area 45€ potrebbe calamitare nuovi acquirenti.

Prosegue il rally DIASORIN che si è apprezzata del 17.93% nelle ultime 5 sedute. Attendiamo un rapido pull back al fine di individuare un punto di ingresso a più basso rischio.

NEXI si riporta a contatto con la resistenza passante in area 11.5€. Una chiusura superiore a questo livello, fornirà un significativo segnale rialzista.

ACEA mostra crescente forza relativa apprezzandosi del 9.11% nelle ultime 5 sedute. I prezzi testano la resistenza in area 17.15€: possibile intervenire sul breakout di questo livello.

MONDADORI prosegue la discesa toccando i minimi da Dicembre 2016. L’interruzione della serie di massimi giornalieri decrescenti (con il superamento di 1.04€) potrebbe innescare un repentino rimbalzo.