Il FtseMib disegna un inverted hammer che fotografa una seduta priva di spunti operativi nel giorno delle scadenze tecniche. L’indice interrompe la serie di 2 settimane negative archiviando in verde (+1.26%) una ottava condizionata dagli eventi analizzati in questo articolo.

Graficamente dopo il violento rialzo di Novembre i prezzi sono entrati in stallo. In particolare un rettangolo di circa 800 punti, sviluppato fra area 21.600 e 22.400, accoglie i prezzi nelle ultime 24 sedute. Solo la fuoriuscita dei corsi da questo box, innescherà una nuova fase direzionale.

Probabilmente il breakout sarà rimandato al 2021 in quanto nelle 6 sedute restanti che ci accompagnano alla fine di questo anno nefasto, i volumi e la volatilità potrebbero scarseggiare poichè la maggior parte degli operatori avrà “tirato i remi in barca”. Operativamente abbiamo in portafoglio il 100% della liquidità in attesa di presentino interessanti opportunità in termini di rischio/rendimento.

Tra i titoli interessanti per la prossima seduta, segnaliamo.

CNH, come previsto, accelera violentemente a seguito del breakout della resistenza a 9.5€. Chi fosse intervenuto fissi stop loss a 9.32€ e primo target a 10€.

FERRARI disegna un Engulfing Bullish che riporta i prezzi a contatto con i massimi assoluti. Il superamento di area 185€ potrebbe calamitare nuovi acquirenti.

Violente prese di profitto colpiscono PIRELLI che disegna una Long black e chiude un ribasso del 6.19%. Attendiamo un veloce consolidamento che ci consenta di individuare un punto di ingresso a più basso rischio.

Fra i titoli più shortati di Piazza Affari, attenzione a LEONARDO che torna al terzo posto dopoche  SANDBAR ASSET MANAGEMENT ha dichiarato di aver venduto allo scoperto lo 0.55% del capitale.

ATLANTIA archivia la peggior seduta delle ultime 6 (-6.66%). Monitoriamo il supporto in area 14€ sul quale potremmo assistere a un tentativo di reazione degli acquirenti.

Fra le Mid Cap, i titoli preferisti dal nostro DRA (Dynamic Rating Analysis) sono: CUCINELLI, HERA e PIAGGIO.