Il FtseMib disegna una black spinning top che prosegue la correzione dai massimi toccati martedì in area 21.135 punti. L’indice interrompe la serie di 3 settimane positive consecutive con il bilancio da inizio anno che va a -14.6%. E’ stata una settimana ricca di eventi che abbiamo analizzato in questa pagina.

Abbiamo assistito al più classico dei buy on rumors and sell on news con i mercati che hanno toccato il top qualche ora dopo lo storico accordo tra i leader europei sul Recovery Fund. A rendere più severa la correzione ci hanno pensato le rinnovate tensioni fra Usa e Cina e le paure collegate all’epidemia di Covid-19. Beneficiano di questo contesto l'oro (che ha sfondato la soglia dei 1.900 dollari l'oncia per la prima volta in nove anni) e il BTP con il rendimento del decennale che scende sotto la soglia dell'1%.

La prossima settimana sarà particolarmente ricca sul fronte dei risultati societari. Fra le blue chips lunedì attendiamo i numeri di  Italgas e Moncler. Martedì attendiamo la semestrale di Campari, Saipem e Salvatore Ferragamo. Mercoledì: Amplifon, Banca Generali, Banca Mediolanum, Enel, ENI, Generali, Hera, Snam e Terna. Giovedì: A2A, Azimut, Cnh Industrial, Diasorin, Leonardo, Nexi, Poste Italiane, Prysmian, Recordati- Venerdì: FCA e Finecobank.

Operativamente dopo aver chiusa la posizione su SAIPEM (illustrata in questo articolo) e adesso abbiamo il 100% della liquidità in portafoglio.

Tra i titoli interessanti per la prossima seduta, segnaliamo.

Ci attendiamo volatilità su ITALGAS è attesa dal CDA sulla semestrale. I prezzi sono “ingabbiati” da 29 sedute nel rettangolo 5.1€ - 5.4€. La fuoriuscita dei corsi da questo box, innescherà un violento movimento direzionale.

PRYSMIAN consolida a contatto con la resistenza passante in area 23.2€. Una chiusura superiore a questo livello, fornirà un solido segnale di continuazione rialzista.

POSTE mostra una interessante inversione della forza relativa chiudendo la settimana con un rialzo del 4.62. Il breakout di area 8.35€ innescherà una repentina accelerazione verso la resistenza chiave passante a 9€.

DIASORIN prosegue la discesa perdendo l’8.7% nelle ultime 5 sedute. Attendiamo i prezzi sul supporto in area 153€ sul quale potremmo assistere a una reazione degli acquirenti.

Fra i titoli più shortati dalla Mani Forti, segnaliamo SAIPEM che diventa l’azione con il maggior numero di investitori che puntano sul ribasso (4).

Esplosione dei volumi per CERVED (dopo 80 sedute tornano sopra il milione e mezzo di pezzi scambiati). Il superamento di area 7.25€ potrebbe calamitare nuovi acquirenti.