Break out rialzista notevole per CNH industrial che una volta stabilizzato il supporto a 8.80€ si appresta a chiudere la settimana in netto recupero, portandosi a ridosso del prezzo mediano tra il top 10.5€ il minimo relativo citato.

Mentre la struttura tecnica di medio termine rimane ancora laterale, caratterizzata cioè dagli estremi a 7.72 e 10.51€, nel brevissimo termine i prezzi escono fortunatamente dalla fase negativa.

La quale ha visto una flessione a partire dal 16 settembre del 17%, ora in parte recuperata ma non consolidata.

Dal punto di vista le fondamentali l'azienda prosegue con la ristrutturazione di alcuni siti produttivi come quello di Pregnana Milanese, che verrà chiuso e le attività trasferite a Torino.

Tutto ciò volto a favorire gli investimenti e il transito definitivo verso la produzione di motori ecologici, con le sfide di mercato che aumentano l'incertezza nella difesa dei posti di lavoro.

Mediobanca securities ha confermato recentemente a metà settembre un prezzo obiettivo di €13 e la accomandazione outperform, giudicando positivo tra l'altro l'ingresso di Eliot con una quota sotto il 3%.

L'obiettivo del fondo è quello di incentivare lo spin-off del business Iveco e FBT creando maggior valore per gli azionisti.

Tornando alla configurazione tecnica assunta dai prezzi naturalmente è necessario dare continuità alla salita attuale, il che è piuttosto difficile viste le difficoltà delle maggiori economie nel difendersi dagli scenari recessivi in arrivo.