La delusione sulle vendite in America latina fa scivolare Cnh industrial verso il supporto tematico di 8,60, con volumi insolitamente sostenuti e la prospettiva di una accelerazione del ribasso sotto 8.30 euro, qualora l'indice Ftse Mib dovesse cedere i 21.100 punti diffondendo sfiducia tra gli investitori.

Occorre rimarcare che per molti analisti, nonostante le delusioni sulla dinamica delle vendite in calo in America latina, che pesano per il 17 per cento sul fatturato della società, il titolo tratta a sconto rispetto ai concorrenti più diretti come John Deer, avendo un rapporto tra valore contabile e utili lordi 2018 di quattro volte inferiore, con una aspettativa di target dei prezzi nel lungo termine 12 euro.

L'analisi delle configurazioni di prezzo evidenzia due pattern denominati engalifig bullish e bearish harami completati e la formazione recente di un three stars di consolidamento del supporto, che insieme segnalano un certa perdita di pressione da parte dei venditori a trascinare i corsi sotto 9 euro, sebbene non venga minimamente messo in discussione l'attuale tendenza ribassista.

Da segnalare inoltre l'insolita crescita dei volumi scambiati da qualche seduta stabilmente sopra la media, segnalando un certo rinnovato interesse da parte degli operatori.

L'analisi del indicatore di trend MACD segnalava già il 28 maggio scorso inizio di una ulteriore fase di debolezza dei prezzi, adesso diretti verso il supporto statico di 8.60, ma la perdita di velocità di discesa delle quotazioni attuali rende meno probabile il test dei minimi di periodo.

Per chi volesse acquistare Cnh Industrial