Dopo il gran rally da inizio anno, arrivato proprio al target dei 21.500 segnalato a gennaio, Piazza Affari si concede una giusta pausa con delle correzioni sparse sui singoli titoli.

Tecnicamente l’indice si è appoggiato sulla prima fascia di supporto 21.150-21.000; settimana prossima si capirà se intende proseguire o meno sulla seconda a 20.600/20.400, che fa peraltro da spartiacque per il trend di breve-medio periodo.

Si rimane comunque fiduciosi per una tenuta del trend rialzista di fondo, con la sola differenza che ripartendo da questo valori potremmo ambire non solo ai 22.000 punti, ma anche ai 22.800 per maggio, mentre in caso di correzione più profonda, gli obiettivi si limiterebbero a 21.500 e 22.000 di FtseMib.

Si ribadisce quindi che solo con una chiusura sotto 20.400 si avrebbe un segnale di inversione, tuttavia si danno poche possibilità di rivedere questo mercato tornare a 19.600.

Vista la diversità di andamento dei singoli titoli, abbiamo trovato già qualche opportunità a questi valori per rientrare/incrementare sul nostro portafoglio titoli, tornato ora al 70/75% di investito, con già buoni risultati potenziali; si interverrà nuovamente in acquisto solo su discesa e in prossimità dell’area 20.600/20.400 per ultimare gli acquisti.