Settimana di consolidamento per il Dax future che non riesce ad aggiornare i massimi oltre 12.060, ma stabilizza senza grandi difficoltà il supporto più ravvicinato a quota 11.860 punti.

Occorre ben altra intensità per chiudere i gap fino a 11.570 da parte dei venditori, ragione per cui l'appuntamento con le resistenze di 12.140 e 12.270 è stato solo rimandato di qualche giorno.

Infatti la spinning top e la successiva black marubozu formate ad inizio settimana provano a testare i supporti lungo quota 11.850, esaurendo al primo banco di prova l'energia necessaria per proseguire.

Come sottolineato nell'analisi precedente ciò ha consentito ai compratori di sfruttare l'avamposto più ravvicinato per ricostruire posizioni a rialzo, contribuendo così ad alimentare il recupero.

Infatti tra mercoledì e venerdì la formazione dell'harami top e della white candle, ripristinano i valori di massimo a 12.040 punti.

La prospettiva è quella di assistere già ad inizio settimana alla capitolazione di 12.100 ed in seguito di 12.240, come evidenziato dall'indicatore di trend cci sul grafico giornaliero, che difende strenuamente i 120 punti ripristinando un lieve tratto ascendente.