La FIFA ha dichiarato che i Mondiali appena conclusi sono stati i migliori nella storia. Ora la domanda che gli investitori si pongono è quale impatto avranno sull'economia della ospitante Russia. Vladimir Putin spera infatti che quelli che sono già passati alla storia come i campionati di calcio più costosi della storia (14 miliardi di dollari), possano ridare lustro ad un’economia che negli ultimi anni ha subito una frenata per via delle sanzioni economiche.

Secondo alcune stime, l’impatto economico dei Mondiali sarà compreso tra i 22 e i 26 miliardi di euro. L’investimento, tra stadi ristrutturati e nuove infrastrutture (220mila le persone coinvolte nei lavori), è stato di 14 miliardi. Ne beneficerà una marea di settori. L’industria dei media – secondo uno studio di Zenith – verrà trainata con investimenti pubblicitari globali per circa 2 miliardi. Ne ha goduto il turismo russo: nelle 11 città che hanno ospitato le 64 partite infatti sono arrivate un milione di persone. Riempiranno alberghi, ristoranti, locali e i 12 stadi, con biglietti che oscillano tra i 20 e i 1.100 euro.

L'attuale situazione economica russa

Attualmente la situazione dell'economia russa è definita dalla Banca Mondiale come un "moderato avanzamento" (previsione di crescita per il periodo 2018-2020: 1,5-1,8%). Uno dei principali fattori di sostegno, insieme a un'adeguata politica monetaria e creditizia di regolamento e all'inflation targeting, sono i piuttosto elevati prezzi del greggio. Oltre a ciò un'altra potente risorsa per la crescita sono stati proprio i Mondiali.