I mercati americani continuano ad aprire in ribasso sulla scia delle parole di Jerome Powell in merito alla politica monetaria e alla crescita economica statunitense. Anche se le parole di Powell hanno cercato di  rassicurare i mercati dichiarando che la politica monetaria resterà accomodante, dall'altro già alcuni investitori iniziano ad avvertire la "paura" di un possibile aumento dell'inflazione, e quindi dei tassi, iniziando cosi a drenare liquidità dal settore azionario a quello obbligazionario.

Sono diverse puntate che focalizziamo la nostra attenzione su quello che sta accadendo negli USA in merito alla politica monetaria ed economica. Oggi vorrei spostare l'attenzione sul comparto petrolifero e in particolare sul titolo ENI. Ieri l'istituto API ha pubblicato i dati sulle scorte (in aumento) del greggio che hanno causato un repentino crollo del prezzo.

ENI sembra essere vicina a una zona resistenziale interessante dalla quale potremmo valutare un ingresso short da questi livelli:

  • Livello di ingresso: 9.8
  • Stop loss: 10.2
  • Target price: 9.2

Per questo trade abbiamo scelto il certificato Turbo con ISIN: NLBNPIT112U6

Analisi a cura dell'Ufficio Studi di Investire.biz