Prima di tutto brevi e buone notizie dal Portafoglio Italia: questa settimana abbiamo raddoppiato la performance del FTSE-MIB con un +2,34% contro un +1,07%. Aggiorniamo così anche la performance da inizio anno, che ora si attesta ad un ottimo +23,52%. Il buon risulta di questa settimana lo si deve anche ai due nuovi titoli fatti entrare proprio la settimana scorsa, ci auguriamo quindi che ci abbiate seguito tempestivamente.

Chiudiamo questo breve aggiornamento sul Portafoglio Italia, per poi analizzare il certificate di questa settimana, con una riflessione tra il serio ed il faceto che ci è stata buttata lì da un nostro amico dicendoci: “Ma non trovi paradossale che il Portafoglio Italia sia schizzato verso l'alto proprio quando se ne sono andati via quelli che sbraitavano prima gli italiani!?”.

In effetti questa frase detta un po' scherzosamente dovrebbe farci riflettere.

Non ci soffermeremo sull'annuncio di un nuovo QE da parte di Draghi, non per sminuirne l'importanza, ma solo perché chi ci segue da un po' sa benissimo che da circa due anni andiamo ripetendo l'impossibilità da parte della BCE di allentare le politiche monetarie.

La strategia che vi proponiamo oggi può rivelarsi sia una tattica “mordi e fuggi”, sia di medio termine. Vediamo come.

Ormai sapete come funziona un Cash Collect: se, al momento della rilevazione, il sottostante è superiore alla barriera sia ha diritto alla cedola, altrimenti si passa alla data successiva. Alla scadenza, sempre se il sottostante è superiore alla barriera, si ha diritto al rimborso pari a 100€ più l'ultima cedola, altrimenti si subisce una perdita pari a quella del sottostante.