Il mercato azionario italiano rimane ancora impostato al ribasso nel breve termine. Nella seduta di oggi, particolare, il Future sull’indice FTSE/MIB ha dapprima intrapreso un trend direzionale rialzista che lo ha portato a superare la resistenza dei 21.000 punti, fino a chiudere il Gap Down rimasto aperto da inizio agosto sul livello 21.025. Poi, nel pomeriggio, complice la debolezza delle Borse americane, si è assistito ad una inversione di tendenza che ha annullato tutti i guadagni realizzati fino a quel momento, riportando i prezzi vicini ai valori di apertura.

A Piazza Affari risultano quindi evidenti i segni di inversione di un trend primario rialzista che dura da inizio anno, cui si aggiungono le recenti vicende politiche. L’impostazione grafica, infatti, vede i prezzi stazionare sia al di sotto dell’indicatore Supertrend che della media mobile a 25, mentre l’indicatore Parabolic Sar è appena diventato positivo, così come l’indicatore Macd sta per incrociare il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’indicatore RSI sia posizionato nell’area di “neutralità”. Si ricorda, infine, che è ancora presente un Gap Up da chiudere sul livello 20.335.

I segnali di trading sul Fib

Dal punto di vista operativo, l’ingresso in posizioni long è consigliabile solo al superamento del livello 21.040 con target nell’intorno dei 21.295 punti, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 20.750 con obiettivo molto vicino al livello 20.550.