Il mercato azionario italiano sembra essere impostato al rialzo nel breve termine, anche se nella seduta di oggi si è assistito ad un altro leggero ritracciamento. Il Future sull’indice FTSE/MIB, infatti, si è mosso per tutta la giornata all’interno di uno stretto trading range compreso tra i livelli 21.820 e 21.990 (170 punti), senza riuscire a superare ancora una volta, come invece era avvenuto ieri nell’intraday, l’importante resistenza posta a quota 22.000 punti. Probabilmente anche le prossime sedute saranno all’insegna della debolezza e della poca volatilità in attesa delle decisioni della Bce nella riunione del 12 settembre.

A Piazza Affari, comunque, si può dire in generale che sia tornato l’ottimismo. L’impostazione grafica, infatti, vede i prezzi stazionare al di sopra sia dell’indicatore Parabolic Sar che della media mobile a 25, mentre l’indicatore Supertrend è diventato rialzista da poco, così come l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’indicatore RSI sia posizionato nell’area di “ipercomprato”. Si ricorda, infine, che sono presenti Gap Up da chiudere sui livelli 21.775 e 21.515.

I segnali di trading sul Fib

Dal punto di vista operativo, l’ingresso in posizioni long è consigliabile solo al superamento del livello 21.990 con target nell’intorno dei 22.135 punti, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 21.820 con obiettivo molto vicino al livello 21.630.