Il Ftse Mib osservato in quadro giornaliero è tornato ad abbracciare l’ipotesi operativa rialzista dalla chiusura di ieri sera, dopo il fendente ribassista che a metà di settimana trascorsa aveva rimosso un congruo strato di compiacimento sul suo destino rialzista di breve.

Restano invariate le evidenze operative che interessano il quadro superiore del Ftse Mib (quadro rappresentato con candele settimanali e mensili, in ricognizione  - rispettivamente - del segnale operativo tattico e strategico), salvo una loro minima mitigazione in senso positivo o negativo a seconda del Trend/Segnale operativo più di breve, ovvero desunto dal quadro giornaliero, che andiamo ad aggiornare nella nostra lettura operativa con la tecnica Candle Model.

La violazione in debolezza di 19680 intervenuta in apertura di giovedì 11 giugno aveva rimosso il precedente long giornaliero rielaborato il 22 maggio.

E’ toccata alla dinamica intervenuta tra giovedì 11 e ieri (15/6) confezionare una nuova proposta operativa rialzista in quadro giornaliero, per mezzo di un Modello di InverTrend rialzista maturato in chiusura di ieri (15/6) in chiusura (struttura ABC - con le 3 candele ultime - corrispondente al Modello di InverTrend rialzista), a 18970, con stop protettivo (e reverse in caso di intercettazione) a 18300.

In definitiva, la segnaletica operativa sul Ftse Mib è tornata ad essere trasversalmente rialzista, fatte salve le notazioni di money management di volta in volta già eccepite.

Interessante verificare la dinamica di eventuale nuovo approccio al quadrante sopra i 20000 punti.

Figura 1: Indice FTSE MIB, Trend/Segnale in grafico giornaliero – Fonte grafico Visual Trader