Non si sia affranti se in questa fase non si capiscono le oscillazioni del Ftse Mib. In verità non c’è niente da capire. Infatti in un laterale non significa niente una giornata positiva come non significa nulla una giornata negativa. Quando si è in un laterale, soprattutto in un laterale lungo (come quello di Figura 1) che va avanti da 15 settimane, l’importante è la direzione finale.

Figura 1. Future FtseMib – grafico settimanale

E la direzione finale, ci si può scommettere, sarà forte, molto forte, a motivo della lunghezza del laterale. Per adesso la forma tecnica si sposa molto bene con il ribasso perché sembra fatta di soli tre movimenti (Figura 2). Ma mai dire mai.

Figura 2. Future FtseMib – grafico settimanale

In questo quadro Tenaris si trova più avanti rispetto ad altri titoli. Cosa può succedere: può trovare un doppio minimo e rimbalzare oppure può rompere il livello soglia di 4,62 euro (Figura 3) e sprofondare.

Figura 3. Tenaris – grafico settimanale

Viceversa Ferrari si è trovata al cospetto dei suoi massimi facendo un doppio massimo. Il trend non è ancora negativo ma lo sarebbe se andasse sotto i 159 euro (Figura 4).

Figura 4. Ferrari – grafico settimanale