Il FTSE Mib non riesce a dare seguito agli spunti rialzisti di agosto, registrando nell'ultima ottava una persistente debolezza, resa ancor più allarmante da alcuni tentativi rialzisti mattutini tramutatisi in flessioni pomeridiane. L'indice sembra accusare in negativo il contatto con alcune MM significative, 20 e 50 periodi, trovando persistenti vendite ad ogni tentativo di superarle, dando luogo ad un deterioramento significativo della conformazione grafica per il breve periodo.

Scenario grafico

Venerdì scorso il primo supporto di breve, 19.250, ha tenuto, con una chiusura in recupero a 19.391, ma un ulteriore test potrebbe rivelarsi critico ed indicare la volontà del mercato di andare a testare area 18.960 - 18.880, livello di supporto capace di arrestare ben due volte le precedenti correzioni di giugno e luglio. Sotto quest'area, troviamo un altro supporto statico significativo, 18.300, ultimo baluardo prima di un radicale cambio grafico d'umore per il nostro indice, che se violato presupporrebbe un ritorno verso livelli oramai abbandonati da maggio!

Lo scenario negativo in formazione sarebbe senz'altro mitigato da un veloce ritorno sopra 20.130, per un susseguente test di area 20.380 - 20.440, area da superare per puntare la ostica resistenza collocata a 21.130. Soltanto con una rottura qualificata di questo livello lo scenario grafico cambierebbe significativamente, inquadrando come primo target area 22.360 - 22.480.