La decisione del governatore della Bce, Mario Draghi, di attuare un nuova operazione denominata T-ltro III ha come obiettivo quello di scongiurare un lento deterioramento del ciclo economico europeo.

Sebbene i dati economici siano contrastanti circa una possibile recessione, di certo ne certificano la stagnazione e dunque occorre agire d'anticipo evitando il peggio.

Le piazze finanziarie in prima battuta hanno colto positivamente la notizia, ma in seguito i dettagli della nuova operazione di "credito facile" rivelerebbero regole più stringenti, giudicate punitive nei confronti delle banche.

Infatti nella mattinata il Ftsemib future dopo essersi stabilizzato lungo quota 20.800 punti, scatta dapprima oltre 21.000 punti e dopo circa mezz'ora, perde violentemente terreno andando direttamente a testare la fascia di supporto più volte indicata, compresa tra 20.640 e 20.570, confermandone comunque la forza.

La high wave candle disegnata sul grafico giornaliero, pattern candlestick molto simile ad una spinning top ma dalle dimensioni considerevoli rispetto alle escursioni precedenti, chiarifica il sensibile aumento di volatilità generato dalle decisioni della Bce.