Chiusura di settimana particolarmente positiva per il Ftsemib future nonostante una netta contrazione della volatilità, che ha condizionato le oscillazioni intraday in tre sedute su cinque, con due salti di prezzo che hanno tolto ulteriori punti ai range di massimo e minimo.

Infatti sebbene i prezzi si siano spinti a ridosso di 21.280, guadagnando ulteriore terreno verso gli obiettivi oltre quota 21.430 punti, la modalità con cui è avvenuta la salita desta qualche perplessità. 

Le perfette doji star disegnate tra martedì e venerdì intervallate da una unica seduta con una chiusura a ridosso dei massimi, hanno una valenza in gergo candlestick vagamente negativa. 

Infatti preannunciando la fine di questa eccellente alternanza di nuovi massimi relativi e seccessive sedute di consolidamento, il Ftsemib dovrebbe iniziare a colmare nella prossima settimana i gap up accumulati stabilizzando il supporto più importante in questa fase ovvero 20.800 punti.

In realtà questa prospettiva contrasta in maniera evidente con l'eccellente stato di salute del trend rialzista degli altri indici azionari, con Wall Street in procinto di aggiornare i massimi e il Dax che travolge la resistenza oltre 12.050 punti.

Inoltre non si è formato alcun doppio massimo decrescente sul grafico giornaliero che possa confermare  le deboli implicazioni ribassiste suggerite dall'analisi candlestick, ragione per cui fintantoché che reggeranno i supporti crescenti di 20.940 e 21.050, l'ultimo assalto dei compratori alle resistenze non corre alcun pericolo di controffensiva.