Prosegue la fase avara di volatilità con il Ftsemib future piantato a ridosso dei massimi e una variabilità intraday crollata ai minimi termini, visto il range giornaliero di 125 punti.

Come di consueto la fase di apertura è la più vivace con i prezzi che prima toccano il massimo relativo a 21.270 e in pochi minuti fissano quello che sarà poi il minimo della seduta a 21.155 punti.

Naturalmente il consolidamento della resistenza a 21.280 per il momento non rappresenta un vero ostacolo al prolungamento della salita, che mantiene come target più immediato a quota 21.380/21.430 punti.

Semmai la lentezza e l'assenza di variabilità interna potrebbero generare qualche perplessità negli investitori, in merito alla sostenibilità della linea che unisce i minimi crescenti e passante adesso per 21.200 punti.

Il grado di inclinazione ha raggiunto livelli di ripidità eccessivi e ciò comporterà inevitabilmente ad una "esplosione" di volatilità nell'immediato futuro, ad esempio con una long black candle simile a quella vista lo scorso 22 marzo.

Invece per il momento la spinning top disegnata sul grafico giornaliero prospetta per oggi un timido tentativo di superare quota 21.280 punti, senza aggiungere nulla di nuovo alle prerogative rialziste del trend.