Nuove conferme arrivano dalla seduta di ieri per il Ftsemib future che tocca un nuovo massimo relativo di poco oltre i 19.200, aggiungendo un nuovo tassello alla difficile impresa di ribaltare il potente trend ribassista culminato con i minimi di dicembre.

Sebbene il ripiegamento finale abbia rovinato l'allungo iniziale, rimane il fatto che i prezzi si avvicinano alla forte resistenza di 19.400 punti.

Tale livello insieme al più ambizioso target di 19.600 rappresentano gli obiettivi naturali per invertire il trend di medio termine, trasformando la tendenza attuale definitivamente in rialzista di medio termine.

Infatti non vanno dimenticati gli " strappi" di prezzo ancora da chiudere in corrispondenza dei livelli di 20.200 e 20.400 punti e che rappresentano purtroppo ancora obiettivi troppo distanti, vista la velocità attuale dei prezzi.

Dalle configurazioni di prezzo candlestick emerge sul grafico giornaliero, una window dalla valenza leggermente negativa, in quanto segnala un certa emotività dei compratori nel gestire i rischi legati al rialzo attuale.

Un'estensione maggiore con oltre 19.230 e una chiusura a ridosso dei massimi avrebbe conferito maggiore convinzione all'evoluzione rialzista, favorendo più velocemente un definitivo cambio di tendenza.

Invece come emerge dall'analisi dell'indicatore di trend cci sul grafico orario, la pressione rialzista attuale perde gradualmente forza, avvicinando i valori dell'indicatore verso lo zero e quindi palesando i rischi di nuove violente inversioni del "mini trend" rialzista ancora fragile.