Tornano le vendite a Piazza Affari e si riaccende la volatilità del Ftsemib future che nella mattinata sale prima verso la resistenza di 21.370, poi invece inverte la rotta verso il primo vero test dei supporti a quota 21.100 punti.

Entrambi i livelli rappresentano gli orizzonti più naturali per valutare la  sostenibilità dei valori raggiunti e l'epilogo della seduta con la chiusura finale a ridosso dei minimi lascia prevedere l'inizio di una salutare fase correttiva.

Infatti come sottolineato nell'analisi precedente l'inclinazione della linea che congiunge i minimi crescenti ha assunto una pendenza eccessiva, conferendo ai prezzi un tasso di crescita insostenibile richiamando livelli di resistenza via via crescenti.

L'engulfing bearish atipico, pattern candlestick disegnato sul grafico giornaliero, evidenzia tale situazione esaltando il tentativo dei compratori di aggredire le resistenze, ma che in seguito devono arrendersi al ritorno delle vendite.

La chiusura non proprio a ridosso dei minimi potrebbe fare propendere la classificazione del pattern verso una shooting star di grandi dimensioni in relazione alle precedenti, ma la sostanza non cambia con i prezzi che semplicemente rallentano la corsa verso nuovi massimi.