Infatti per avere conferme in senso ribassista occorrono ulteriori giornate negative capaci di spingere i prezzi ad esempio in prossimità di 20.980 punti, chiudendo il gap up del 2 aprile.

Dall'analisi dell'indicatore di trend cci sul grafico giornaliero emergono buone probabilità di una continuazione della fase correttiva.

Infatti i valori perdono ulteriori punti, incuneando verso il basso la linea e quindi segnalando un incremento della pressione di vendita capace probabilmente di spingere i prezzi al massimo entro i 20.900, ma risparmiando gli avamposti fondamentali che sostengono l'evoluzione rialzista attuale ovvero 20.750 e 20.580 punti.

Infine lo scenario alternativo più concreto per oggi dunque sarà quello di continuare a verificare la forza dei supporti compresi entro la fascia di prezzo tra 21.100 e 20.900 punti, senza per questo compromettere l'eccellente struttura rialzista. 

Strategia intraday sul Ftsemib future

(confronta l'analisi precedente)

Per le posizioni long: attendere prudenzialmente la fine della fase d'apertura, verificando la forza del supporto di 21.100 o di valori più in basso, rischiando al massimo 80 punti con un target in prossimità di 21.230.