Chiusura di settimana complicata per il Ftsemib future che respinto giovedì dal massimo relativo di 21.000 punti perde contatto con le resistenze violate di recente, andando direttamente a testare il supporto più importante a 20.400 punti.

Nulla di grave per il momento in quanto i prezzi allargano il canale rialzista costituito dalla trend line che unisce i minimi crescenti, di 19.255 e 19.760 punti, e che adesso taglia i corsi lungo i 20.720 punti.

Ciò dovrebbe consentire la stabilizzazione dei supporti più in basso e la chiusura del gap up a 20.240 punti, senza per questo pregiudicare l'impostazione rialzista di fondo che punta a consolidare i prezzi oltre i 21.000 punti, ma con la necessità di dover impiegare più tempo.

Le vendite ovviamente si sono abbattute sul settore bancario italiano che aveva messo a segno nelle sedute precedenti guadagni interessanti, in quanto le iniziative intraprese dalla Bce sono state percepite dagli investitori come punitive nei confronti del comparto.

Settore che già deve fare i conti con tassi d'interesse applicati molto bassi e quindi margini d'intermediazione in contrazione per altri anni.

L'analisi candlestick mette in evidenza un ampliamento dei range e quindi della volatilità, ma soprattutto la formazione di due black candle che accorpate insieme disegnano un engulfing bearish, se confrontato con le candele precedenti.