Sono sempre più gravi i danni inferti dall'epidemia nel mondo e in Italia in termini di vite umane e di riduzione dell'attività economica, a causa dei  quali i mercati azionari, delle commodities e del forex vivono un'altra giornata nerissima.

La Sterlina registra il minimo più basso contro Dollaro degli ultimi 40 anni e il petrolio tocca quota $20.50 livello registrato nel 2002, a causa dello shock da domanda più grave di sempre.

Eppure per quanto riguarda il Ftsemib future la sorprendente tenuta della linea di supporto dinamico, che unisce i minimi relativi da 14440 a 14770, ha consentito di rallentare le spinte ribassiste, riducendo anche la volatilità.

Il pattern candlestick disegnato, una doji line dalla valenza leggermente positiva, è la configurazione ideale per descrivere una parziale tregua raggiunta dagli opposti schieramenti.

Sebbene sia ancora troppo presto per sperare in un consolidamento oltre i 15400 punti, la forza relativa mostrata dal Fib evidenzia le prime incertezze del fronte ribassista che non coglie l'opportunità, offerta dal crollo delle altre piazze azionarie, di sfondare gli ultimi argini rimasti sotto quota 14200 punti.

L'indicatore di trend cci sul grafico giornaliero grazie alla stabilizzazione dei supporti lungo quota 14700, guadagna altri punti prolungando la linea di trend verso l'uscita dalla fase d'ipervenduto.

La divergenza rialzista così segnalata conferisce ai prezzi buone prospettive di consolidare nuovi supporti crescenti oltre 14940 punti, come dimostra la buona preapertura a 15400 punti, livello che ovviamente dovrà essere difeso nel corso della seduta.

Sul grafico orario infatti lo strappo d'apertura non consente di stabilizzare in maniera salda e duratura i livelli saltati a 15080 e 15230 punti. 

Ma la buona impostazione complessiva della linea di trend consente di sperare in un incremento delle probabilità su una chiusura positiva per oggi, oltre i 15650 punti.

Lo scenario dominante tornerà a fare sentire la propria forza qualora la latitanza degli acquisti dovesse spingere i prezzi non solo a colmare il gap d'apertura a 15100, ma a violare la linea di tendenza dinamica che sostiene questo primo recupero, a partire da quota 14740 punti.

Indicazioni operative e Strategia intraday sul Ftsemib future

(confronta l'analisi precedente)

Per le posizioni long: attendere la conferma dei valori di massimo registrati durante la preapertura, a quota 15530 punti.

Una volta consolidata la fascia di supporto intraday compresa tra 15380 e 15470, rischiare ingressi con stop di massimo 200 punti ed target a 15870 pti.

Qualora dovesse migliorare l'impostazione positiva dei prezzi oltre quota 15900 sarà utile, con strumenti alternativi e poca spesa, valutare ingressi al rialzo.

Più precisamente acquistare opzioni Call, strike 17000 o 18000 scadenza maggio 2020, con l'obiettivo di vedere il Ftse Mib lontano dai minimi entro la fine di aprile.

Per le posizioni short: verificare la sostenibilità, durante la sessione pomeridiana, delle resistenze eventualmente raggiunte a 15740 o 15980, rischiando uno stop di massimo 200 punti e un target sotto quota 15340 pti.

Grafico Ftse Mib di TradingView