Giornata difficile per il Ftsemib future a causa dell'allarme lanciato dalle autorità sanitarie cinesi circa la scoperta di un virus letale per l'uomo di facile trasmissione, e tanto basta a scatenare forti vendite sui titoli legati al turismo, ai trasporti e all'alta moda.

Infatti sul nostro listino a soffrire di più nella mattinata sono stati i titoli Moncler e Ferragamo e soltanto il fulmineo recupero di Wall Street, in vena di nuovi record, consente di recuperare parte del terreno perso nella sessione mattutina.

Il Ftsemib future disegna sul grafico giornaliero una Dragonfly doji che coinvolge una struttura "supportiva" molto ampia, da 23805 a 23600 punti, caratterizzata da una buona chiusura a ridosso di dei 23840 punti.

La natura del pattern candlestick rivela sia il nervosismo degli operatori, colti di sorpresa dalle pessime notizie provenienti dai mercati asiatici, ma anche la notevole forza della tendenza rialzista di fondo.

Infatti durante la seconda sessione il ritorno dei compratori consente di riconquistare il terreno perso in apertura, ad eccezione del gap down compreso tra 23980 e 23850 punti.

Tale circostanza condiziona vistosamente l'indicatore di trend cci sul grafico giornaliero, che lascia per strada molti punti e soprattutto inverte verso il basso la pendenza della linea, prefigurando una serie di massimi decrescenti pericolosa.