Chiusura di settimana disastrosa per il Ftsemib future che sbanda rovinosamente aggiornando i minimi a 20.280 punti, a causa della crisi di governo ed al rischio di elezioni anticipate nel bel mezzo della chiusura del bilancio dello stato.

Tale prospettiva ha gettato nel panico gli operatori fiduciosi che la buona chiusura di giovedì rilanciasse i prezzi verso la conquista di quota 20.880 punti.

Invece già nell'ultima ora della sessione vengono anticipate le vendite che riportano i prezzi a 20.640 punti.

Il gap down di venerdì mette definitivamente in ginocchio qualunque speranza di resistenza da parte della componente acquirente. 

La quale non può fare altro che cedere ulteriore terreno all'avanzata ribassista, che adesso punta direttamente ad annullare tutto il tratto rialzista consolidato agli inizi di giugno da quota 20.000 punti.

L'indicatore di trend cci sul grafico giornaliero torna in prossimità di -200 punti, allungando il tratto discendente in zona ipervenduto e certificando lo strapotere della pressione venditrice.

La prospettiva più concreta per oggi è quella di assistere ad un nuovo tentativo di spingere i prezzi verso 20.240 prima e 20.180 punti a seguire, a meno che un eventuale strappo al rialzo in apertura verso in 20.450, consenta a prezzi di stabilizzare la fascia di supporto compresa tra 20.320 e 20.280 pt.