Si combatte una battaglia disperata da parte dei compratori disposti a non cedere facilmente altro terreno all'avanzata del fronte ribassista che mantiene viva la minaccia di conquistare quota 19.960 punti, livello dal forte significato psicologico.

Infatti con la buona reazione di venerdì il Ftsemib future si riporta oltre 20.300 punti, dimostrando che il ritorno degli acquisti sul settore bancario non ha carattere sporadico, visti i livelli già fin troppo depressi.

Sfortunatamente ancora una volta i valori del derivato si fermano lungo la resistenza più immediata che non modifica l'assetto pesantemente ribassista, che vede nei livelli più alti a 20440 e 20.590 gli obiettivi per capovolgere la tendenza di fondo.

L'harami bottom, pattern candlestick disegnato sul grafico giornaliero, chiarisce l'importanza fondamentale dei 20.000 punti, livello che se dovesse capitolare aprirebbe spazi di discesa drammatici verso i minimi di fine maggio sotto quota 19.740 pt.

L'indicatore di trend cci recupera leggermente attestandosi a -129 pt, conservando una struttura crescente nell'ultimo tratto con una possibile divergenza rialzista ancora da completare, ad esempio oggi con una chiusura oltre 20.440 punti.

La prospettiva prevalente si mantiene negativa con le notizie macroeconomiche che prefigurano un netto peggioramento del ciclo economico e che investono anche la resiliente economia america.