Clima natalizio alle porte per il Ftsemib future che riduce il range giornaliero a soli 140 punti, rispecchiando la volontà degli operatori di rinviare, a dopo Natale o al nuovo anno, l'eventuale superamento dei 23850 punti.

La minuscola shooting star disegnata ieri sfiora le caratteristiche di una gravastone doji e possiede in linea teorica implicazioni negative, vista la distanza tra la chiusura e i massimi a 23740 punti, comunque più alti della seduta precedente.

Ma le dimensioni della candela oltre a non esprimere una direzionalità precisa, evidenziano la netta contrazione dei volumi.

La situazione di stallo in prossimità dei massimi viene confermata anche dall'indicatore di trend cci sul grafico giornaliero, che guadagna solo una manciata di punti portandosi a quota 113.

La prospettiva per oggi è legata al blando tentativo di difendere la successione di minimi crescenti, visibile sul grafico giornaliero, evitando il test di solidità sotto quota 23500 e nello stesso tempo cercando di completare con una chiusura più alta, ad esempio oltre 23780, il ripristino dei massimi relativi.

Invece il cci sul grafico orario non conferma questa impostazione, mostrando un perdita di pressione in acquisto che lascia intravedere nuove vendite, tali da testare quanto meno i 23620 o più in basso quota 23560 pt.