Chiusura dell'anno in evidente difficoltà per il Ftsemib future che distanzia troppo i massimi relativi fermi a 23965 punti, testando il limite superiore della fascia di supporto compresa tra 23400 e 23250 punti.

Probabilmente i volumi sottili hanno ridotto la presenza dei compratori e quelli rimasti hanno preferito incassare parte dei rendimenti, anziché rischiare un'inizio dell'anno ugualmente fiacco.

La configurazione candlestick, un'altra black marubozu dalla valenza negativa, risalta l'assenza dei compratori i quali hanno preferito unirsi al ricostituito fronte dei venditori, che ha spinto i prezzi a ridosso del supporto che divide la tendenza di breve da rialzista a ribassista.

L'indicatore di trend cci sul grafico giornaliero incrementa ulteriormente l'angolo di caduta crollando a 60 punti circa, con il rischio che la fase correttiva si estenda a quota 23200 punti.

Anche il cci sul grafico orario evidenzia una chiara struttura ribassista consolidatasi con il cedimento di quota 23675 e l'accellerazione successiva ha eliminato altri avamposti importanti, come 23580 e 23440 punti.

Lo scenario attuale dunque si complica e "nubi consistenti" minacciano il cammino rialzista del future, che ora è costretto a limitare i danni evitando di cedere terreno al di sotto dell'importante soglia dei 23250 punti.