Giornata dedicata al contenimento della volatilità per il Ftsemib future che riesce a fermare le potenti spinte ribassiste, scatenate dall'instabilità politica e militare in Medio Oriente.

L'escursione di massimo e minimo rientra per il momento entro i ranghi della "normalità" con un range di soli 165 punti, ma il numero elevato di gap aperti nelle due direzioni lascia supporre l'inizio di una semplice tregua, al fine di capire quale piega prenderanno i "fattori esterni" al mercato. 

La doji star che somiglia ad una "mini" shooting star negativa, mette a nudo le fragilità della reazione rialzista rilevata ieri e come sottolineato è necessario continuare nell'opera di consolidamento dei supporti, almeno a ridosso di quota 23500 punti.

L'indicatore di trend cci sul grafico giornaliero reagisce bene allo spunto riazista, invertendo l'inclinazione della linea e recuperando i 70 punti.

Ciò mette in evidenza l'importanza della fascia di supporto e resistenza compresa tra 23560 e 23680, al fine di ripristinare la struttura riazista breve termine, ora pesantemente danneggiata.

La prospettiva per oggi è legata alla difesa di quota 23500 e soprattutto alla conquista di una chiusura positiva almeno oltre 23630 punti, altrimenti sarà difficile resistere alle successive spinte correttive che dovessero arrivare anche da oltre oceano.