Mercoledì da leoni quello vissuto ieri dal Ftsemib future nonostante una partenza difficile in gap down, che vede la tenuta di quota 23365 e il successivo ritorno in grande stile dei compratori, capaci di spingere i prezzi oltre quota 23800 punti.

A suonare la riscossa dei mercati azionari è la riduzione d'importanza del possibile conflitto tra Iran e Usa, che sembra non aver influenzato più di tanto gli indici Usa, ieri nuovamente oltre i massimi storici.

Non poteva sottrarsi alla festa Piazza Affari che mette a segno un'importante recupero, annullando tutte le criticità riscontrate nelle sedute precedenti e ripristinando il trend rialzista di breve termine.

L'obiettivo è quello di superare il forte sbarramento oltre 23960 grazie alla lunga white disegnata ieri, che unita alla precedente, configura il potente pattern rialzista engulfing bullish.

Ciò consente di chiudere definitivamente l'estenuante processo di consolidamento dei massimi, durato oltre un mese e che vede i target a 24050 e 24120 punti ormai alla portata.

In questo senso l'indicatore di trend cci sul grafico giornaliero recupera altro terreno raggiungendo quota 83, ma evidenziando una riduzione dell'inclinazione positiva della linea, evidentemente condizionata dal minimo sperimentato in apertura dal Fib.