Chiusura di settimana scialba e inconcludente per il Ftsemib future che dopo una partenza a ridosso del massimo relativo a 23930, abbozza finalmente l'attacco a quota 24050 punti senza tuttavia riuscire a difendere il nuovo record di periodo.

Il ritracciamento successivo non solo non consente di consolidare gli avamposti più ravvicinati a 23970 e 23930, ma mette in discussione anche la sostenibilità di quota 23910 punti.  

La tenuta del supporto a 23870 salva la faccia a quello che doveva essere il salto di qualità definitivo della ritrovata tendenza rialzista, e l'ennesima doji star/spinning top sintetizza la mediocrità della performance del future in ragione delle aspettative.

Di conseguenza l'indicatore di trend cci sul grafico giornaliero perde l'ottima spinta della vigilia, tornando  a flettere a quota 123 punti e riconfigurando il rischio del ritiro prematuro dei compratori, sempre incerti ad ogni lieve ritocco dei massimi.

La prospettiva per oggi sarà incentrata sul consolidamento dei livelli chiave a 23850 e 23805, fondamentali per conservare buone probabilità di superare stabilmente quota 24000 ed eventualmente allungare il passo verso 24080/140 punti.

Sul grafico orario il cci evidenzia la perdita di pressione rialzista in corrispondenza del cedimento dei supporti intraday, a 23980 e 23930, palesando il rischio che il prossimo sostegno a cadere sia proprio 23875 punti.