L'analisi dell'indicatore di trend cci sul grafico giornaliero evidenzia un debole recupero a meno 197 punti, stazionando ancora siu valori di "ipervenduto" e quindi semplicemente  segnalando la presenza di una forte pressione in vendita.

La quale che per essere contrastata a dovere gli deve essere opposta una più energica reazione rialzista che spinga i prezzi oltre 20.800 punti, ripristinando gli avamposti rialzisti più importanti e rilanciare il trend di medio termine.

Al contrario qualunque chiusura al di sotto dei 20.600 punti, oltre ad allontanare definitivamente le speranze di ripristino della tendenza positiva di breve termine, espone la  dinamica di medio termine a rischi d'inversione ribassista.

Strategia intraday sul Ftsemib future

(confronta l'analisi precedente)

Per le posizioni long: attendere il consolidamento della fascia di supporto compresa tra 20.430 e 20.580 prima di rischiare entrate che vedrebbero l'ostacolo maggiore nella resistenza di 20.780 punti, un limite difficilmente superabile.

A meno che grazie alla buona reazione di Wall Street, i mercati europei non reagiscano con uno strappo rialzista oltre quota 20.800 punti.