Recupera parte del calo di ieri il Ftsemib future grazie alla ripresa degli acquisti avvenuta da quota 21.300 punti, supporto essenziale la cui tenuta come indicato, ha consentito di ripristinare la fascia più alta tra 21.415 e 21.530 pt.

A confondere e rendere contrastante l'andamento degli indici azionari non è soltanto la contrazione del ciclo economico mondiale, ma è anche l'interventismo della Fed preoccupata per le tensioni che si stanno verificando sul mercato monetario.

L'annuncio della Cina di riaprire il dialogo sul tema dazi ha riportato un minimo di fiducia, consentendo ad esempio al Ftsemib future di evitare la capitolazione del supporto cruciale a 21.200 punti.

Ma occorre prestare molta attenzione perché le dimensioni della candela positiva di ieri si fermano a 21.535 punti, troppo poco per annullare gli effetti negativi della precedente.

Ragione per cui l'harami bottom disegnato fissa semplicemente la tenuta di un supporto, evidenziando al contempo le difficoltà di proseguire in avanti verso il consolidamento di quota 21.670 punti.

Inoltre l'andamento dell'indicatore di trend cci sul grafico giornaliero continua a manifestare una scarsa pressione in acquisto, recuperando pochi punti (-79) e presentando un inclinazione ancora tendente al ribasso.

La prospettiva per la giornata di oggi è legata alla possibilità di difendere un probabile assalto a quota 21.630 punti e in questo senso l'apporto pomeridiano di Wall Street sarà essenziale.