Ci sono volute ben sei sedute per recuperare lo scivolone ribassista dello scorso 2 ottobre e che ha fatto temere il peggio circa una violenta ripresa delle vendite.

Più in particolare la giornata di ieri è stata caratterizzata dalla falsa partenza a ridosso del supporto di 21.350 e dal consolidamento durante l'intera sessione mattutina dei 21.490 punti.

In seguito nella seconda parte i corsi prendono il largo verso la conquista della fascia di blocco più importante, a 21.670 punti, registrando un nuovo massimo relativo a 21.705 pt.

Se si accorpano (blending) le ultime due candele giornaliere e si confronta il risultato con terzúltima seduta, il pattern clandestick disegnato è un engalfing bullish dalle implicazioni rialziste evidenti.

La prospettiva per oggi è quella di colmare definitivamente lo spazio rimasto, consolidando un nuovo target oltre i 21.780 punti almeno, evitando così ulteriori ritardi nello stabilizzare i supporti più bassi sotto 21.600 pt.

In tal senso la chiusura a ridosso dei massimi fa cambiare diametralmente rotta all'indicatore di trend cci che raggiunge i - 49 punti, assumendo soprattutto una interessante inclinazione rialzista della linea di tendenza.

La prospettiva migliore a portata di mano per la giornata di oggi si concretizzerà probabilmente con il superamento di quota 21750 punti, che di fatto ripristina il livello essenziale per considerare il trend attuale nuovamente rialzista.