Seduta trionfale per il Ftsemib future che riscatta definitivamente il crollo avvenuto a partire dallo scorso 29 luglio, con il brusco cedimento prima dei 21.940 ed in seguito proprio di quota 21.750 punti.

Infatti a causa dell'aggravarsi dei rapporti commerciali Cina/Usa, della crisi politica avvenuta poco prima di ferragosto e culminata con la caduta del primo governo Conte, il future ha vissuto un mese d'agosto devastante caratterizzato da una impressionante impennata della volatilità.

Fortunatamente per quanto non manchino elementi di criticità, il ripristino degli avamposti rialzisti di medio termine consente di riprendere il filo interrotto a fine luglio, aprendo ora la strada all'attacco di quota 21.940 punti.

Questa resistenza rappresenta l'ostacolo più importante per completare l'opera di recupero del trend rialzista, che vede nei livelli a 22.070 e 22.260 i target naturali per proseguire verso la conquista del trend di lungo periodo.

In tal senso l'ampio gap up aperto a partire da 21.455 punti non aiuta a facilitare il compito, in quanto gli operatori punteranno nelle sedute successive a stabilizzare i supporti sotto 21.600 e quindi a colmare lo strappo.

Nulla di grave come certificato dall'indicatore di trend cci che spedito supera senza incertezze i 124 punti, segnalando l'assoluto controllo del mercato da parte dei compratori.

Grazie alla pressione in acquisto di quest'ultimi la prospettiva entro il fine settimana di conquistare la resistenza intraday a 21.880 aumenta di probabilità.