Il Ftsemib future non accenna a modificare il quadro tecnico di fondo, caratterizzato dalla sostanziale assenza di vendite e dalla contemporanea insufficienza degli acquisti.

Mancano al fronte rialzista le risorse per superare prima quota 22.000 e successivamente aggredire le resistenze di luglio a 22.180 e 22.230 punti

Lo scorrere del tempo senza proferire il colpo di grazia nuoce ai compratori, sempre più incerti su come evolverà il quadro congiunturale complessivo, stretto dalla morsa di recessione imminente delle maggiori economie mondiali e caos Brexit.

Tornando ai dettagli più strettamente legati alla dinamica dei prezzi la configurazione candlestick disegnata ieri corrisponde all'hammer.

Il noto pattern ha valenza leggermente positiva in quanto il tentativo di spingere i prezzi in corrispondenza dei minimi è in parte fallito.

Ciò conferma per il momento l'assenza di una consistenza componente venditrice, incapace di spingere i corsi almeno lungo il gap up a quota 21.750 punti.

Parimenti il mancato incremento degli acquisti in corrispondenza della resistenza a 21.990 punti, contribuisce a disegnare la forma ad uncino dell'indicatore di trend cci sul grafico giornaliero, che perde altri punti.

Assumendo infatti una inclinazione negativa aumenta la probabilità di verificare oggi supporti più in basso, come 21.820 e 21.740 punti, abbassando così il grado d'inclinazione della trend line che sostiene la fase rialzista attuale.