Seduta sfortunata per Il Ftsemib future tonico in apertura sembra sia la volta buona per superare i 22.000 punti, invece come capita spesso durante la prima ora di contrattazione i prezzi virano in negativo.

Il secondo test del supporto a 21.820 punti non modifica ancora la struttura tecnica attuale, caratterizzata dal tratto orizzontale che impedisce ai prezzi di completare il break out dei massimi relativi oltre i 22.355 punti.

La black candle di dimensioni leggermente maggiori delle ultime otto sedute lascia supporre un graduale indebolimento della spinta rialzista, con gli acquisti sull'azionario che latitano spingendo i corsi verso la chiusura del gap a 21 750 punti.

Preoccupante l'andamento dell'indicatore di trend cci sul grafico giornaliero che perde altri punti attestandosi a 121 e soprattutto conservando una inclinazione negativa.

Ciò lascia supporre che la fase correttiva possa estendersi verso quota 21.680 senza tuttavia compromettere l'andamento tendenzialmente crescente dei prezzi.

Discorso diverso per le evidenze del cci sul grafico orario che disegna un tratto decrescente dei prezzi negativo, con la prospettiva per oggi di verificare la chiusura del gap a 21.750 punti.

In realtà occorre fare i conti anche con l'ottima chiusura di Wall Street che con molta probabilità spingerà i prezzi d'apertura oltre i 22.000 in gap up, annullando i segnali negativi di ieri e convincendo quella parte di compratori ancora scettica sulle prospettive rialziste dell'azionario.