Seduta positiva ed incoraggiante quella vista ieri con il Ftsemib future che recupera in chiusura un buon livello da cui ripartire una volta consolidato, ovvero quota 21.390 punti.

Purtroppo alla decisione scontata della FED di tagliare di un quarto di punto i tassi, si aggiunge la netta presa di posizione del governatore Powell, che palesa tutta la gravità di uno scontro sui dazi che nuoce più di tutto all'economia americana.

Questo monito ha diffuso un certo pessimismo a Wall Street che partita tonica chiude malamente, quindi ponendo le basi per una difficile apertura delle piazze azionarie Europee.

Eppure il Ftsemib future riesce a strappare dopo il martedì nero una buona chiusura, portandosi a quota 21.390 punti, livello cruciale insieme a 21440 per sperare, una volta consolidata la fascia di prezzo, in un recupero della tendenza rialzista compromessa.

Operazione resa più difficile dalla brutta chiusura degli indici Usa e dal fatto che l'harami bottom completato  sul grafico giornaliero, configurazione candlestick positiva, non riesce a coprire neache il 50% del range della candela precedente.

Il pattern viene giudicato insufficiente anche dall'indicatore di trend cci, che valuta la seduta di ieri comunque non adeguata ad arrestare la discesa della linea di trend, che perde altri punti attestandosi a -69 pt.

La prospettiva per oggi sarà legata al ritorno di nuove pressioni di vendita con i ribassisti che punteranno a conquistare definitivamente la fascia di supporto compresa tra 21.240 e 21.100 punti, determinando la fine ufficiale della tendenza rialzista di medio termine.