Il mercato potrebbe aver raggiunto un top per ora

In questo momento non è possibile prevedere con affidabilità la tendenza delle prossime sedute. Di G.Evangelista

La seduta di venerdì non ha riservato grosse sorprese in termini di capacità di superamento del trading range in vigore da 5-6 settimane a piazza Affari, e non solo lì. Il fatto è che questo insuccesso giunge in concomitanza con la scadenza ciclica di venerdì, nota da tempo, e che a questo punto potrebbe contrassegnare un top, seppur momentaneo.L’enigma ora consiste nel decifrare cosa aspettarsi fino al prossimo punto di svolta proiettato dal Delta System di Welles Wilder, che ancora una volta proponiamo in seconda pagina del rapporto di oggi: trattandosi dell’avvio di un nuovo ciclo minore, il prossimo “punto 2” dovrebbe essere un minimo, ma potrebbe essere un altro massimo, come talvolta si registra in questo punto del ciclo. In altre parole, in questo momento non è possibile prevedere con affidabilità la tendenza delle prossime sedute; però sappiamo con ragionevole certezza che la prossima settimana, quella successiva alle scadenze tecniche trimestrale, sarà di segno negativo.Ci sono aspetti che incoraggiano – da tempo – e che convincono nel considerare ribaltato il downtrend di medio periodo (perlomeno dal 9 aprile, quando fu superato lo short stop settimanale); e ci sono elementi che in questo momento frenano: la volatilità di breve periodo è troppo bassa, e fa temere un break deciso a favore degli Orsi; l’Up Volume si è diradato in occasione della gamba di rialzo della scorsa settimana (la 12esima positiva nelle ultime 14...), e il sentiment degli investitori ora appare troppo sbilanciato verso la positività. Tutto ciò può favorire nelle prossime due settimane occasionali ridimensionamenti; ma occorre avere sempre ben in mente la tendenza sottostante di mercato...