I recenti rialzi potrebbero permettere all'indice FTSE Mib di riportarsi in quota 22 mila punti per la prima volta da inizio marzo. Vediamo come impostare una possibile strategia operativa con i Turbo Certificate di BNP Paribas.

Dopo la chiusura di settimana in quota 21.700 punti, il nostro FTSE Mib sembrerebbe pronto a tentare un ritorno in quota 22 mila punti, soglia toccata per l'ultima volta a inizio marzo.

A 18 mila punti a inizio messe, l'indice delle blue chip di Piazza Affari in poche sedute è stato in grado di superare la media mobile a 200 periodi, la trendline ottenuta unendo i top toccati a novembre ed a dicembre 2019 ed anche il 50% di Fibonacci.

Ora, che le quotazioni sono state in grado di chiudere la scorsa settimana in quota 21.700 punti, per il FTSE Mib potrebbe essere arrivato il momento di un attacco di quota 22 mila punti, toccata l'ultima volta lo scorso 5 marzo.

Sempre tenendo presente un indice RSI sopra i 70 punti, e quindi mettendo in conto qualche presa di profitto, il superamento di questo livello statico potrebbe spingere i corsi verso i 22.809 punti, 76,4% di Fibonacci.

Al ribasso, un supporto per i prezzi è fissato a 21.250 punti, in corrispondenza dei lows toccati a inizio settembre ed a inizio ottobre 2019.

Strategie operative sul FTSE Mib

Operativamente, si potrebbero valutare strategie di natura rialzista a partire da 21.300 punti, con stop loss a 20.300 punti e obiettivo principale a 21.800 punti. Il target finale sarebbe invece identificato a 22.000 punti.

Per questa strategia, si adatta particolarmente bene il certificato Turbo Long di BNP Paribas di ISIN NLBNPIT108T6 e leva 6,81.