La correzione si manifesta in tutto il suo peso

Dal punto di vista tecnico il problema è che in questo momento risulta difficile stabilire con apprezzabile sicurezza un obiettivo di prezzo. Di G.Evangelista

L’analisi ciclica non delude, anche se comprensibilmente contraria i Tori: la correzione segnalata all’inizio della scorsa settimana in virtù di tutta una serie di input tecnici – dal modello ciclico del “Delta System” di Welles Wilder alla stagionalità negativa della settimana che segue quella delle scadenze trimestrali di giugno; dai modelli comparativi al vistoso e intollerabile restringimento della volatilità – si manifesta in tutto il suo peso. Abbattuto lunedì scorso il long stop giornaliero, l’indice generale si porta ora a ridosso del livello settimanale.Dal punto di vista tecnico il problema è che in questo momento risulta difficile stabilire con apprezzabile sicurezza un obiettivo di prezzo: sappiamo però quando il mercato dovrebbe raggiungere il minimo, e questa è un’informazione tutt’altro che disprezzabile.Il dato negativo di ieri va ridimensionato alla luce dello stacco di una serie di dividendi: alla fine il -4.17% dell’indice FTSE-MIB si riduce ad un pur sempre vistoso -3.38% nella versione Total Return dell’indice.Nota. Il presente commento è un estratto sintetico del Rapporto Giornaliero, pubblicato tutti i giorni alle 8.20 da AGE Italia; pertanto eventuali riferimenti a studi tecnici vanno intesi riferiti ai grafici ivi riportati. Informazioni su contenuti e modalità di sottoscrizione sono disponibili sul sito di AGE Italia.