Intanto i primi risultati da noi per tempo segnalati, si sono puntualmente verificati.

Il Dow, pur con la continuazione di dati ancora incoraggianti dell'economia, è scivolato in area 25500quasi 1500 punti sotto il doppio massimo decrescente 2018/2019.

Lo SP500 è letteralmente crollato sotto i massimi di 2940, ed i supporti di 2900/2910, sprofondando fin sotto il successivo supporto di 2940.

Per poi riprendersi un po', sopratutto sul Dow, arrivato poco sotto i 26000. 

I futures sul nostro indice, quello Settembre, che sta mano a mano diventando il più rappresentativo della tendenza, ma non ancora nei volumi, e quello scadente il mese prossimo, future Giugno, sono arrivati, giustappunto quasi sulla mediana fra i 18000 e 22000  (20200/300)e non fanno altro che confermare la bontà della strategia segnalata e consigliata ai nostri abbonati, sopratutto della vendita di opzioni mibo put e call rispettivamente su quegli strike. 

A fine maggio, primi di giugno, se si dovesse accentuare la volatilità', aumentare ancora lo spread Btp/Bund e strappare oltre la zona rossa di 22 del vixsp500, potremo assistere a violenti sell off, sotto gli attuali livelli, propedeutici a rollaggio su scadenza Dicembre delle opzioni mibo,ed anche sui titoli, sempre nel rapporto 2a1.

Solo al raggiungimento di area 18000, circa largo, si potrà passare al rapporto 1a1, ed anche, con azione più aggressiva, al rapporto 1a2 Call /Put rispettivamente.

Mantenere tutte  le posizioni in essere. A soffrire saranno così complessivamente, solo i titoli non coperti da detti strumenti.

Per trading intervenire in piccole quantità in area19,20/19,60  su DeLonghi, come già anticipato.P er tutto il resto mantenere la strategia ribassista accennata.