Molta cautela comunque per questo rimbalzo asfittico e ripetitivo, che ha portato il future Marzo, ancora una volta, da poco sotto i supporti di 21900 a poco sopra 22100.

Tutto fatto, dai su e giù delle tre "bad bank" Creval, Carige e Mps, che con prezzi assolutamente poco significativi, fatti di sospensioni, prezzi vigilati, ricoperture e sostegni, hanno trainato anche le banche...meno peggio impostate e che si sono, per il momento già adeguatamente ricapitalizzate.. 

Creval ,sospesa più volte e con il divieto anche di vendita allo scoperto e vari paletti per immissioni di prezzo ha fatto un +40%, passando sopra 1 euro e potrebbe essere sostenuta fino ad un prezzo di equilibrio intorno a 1,5/1,6....ma fino all'annuncio delle condizioni esatte dell'aumento...restano solo le parole accorate del suo Numero Uno ...nulla di piu'.

Abbiamo visto, anche ieri cosa è accaduto alla povera Carige: nuove azioni a 1 centesimo, partenza immediata, domani 22 novembre... titolo crollato a 8 centesimi !

Per questo motivo le sconsigliavamo ai nostri abbonati fino alla vista delle condizioni richieste al mercato, senza farsi attirare verso  prezzi stracciati e continuare a fare media al ribasso... pura scommessa e nulla piu'! E con piccole quantità. Delle tre una parte domani, l'altra fra dicembre e gennaio.

Mps invece è già oltre e con prezzi sacrificati, ma avendo già trovata una sua stabilizzazione, incomincia a essere tradata, anche con la possibilità delle solo opzioni.

Ma tutte e tre sempre con una filosofia di pura scommessa, piccole quantità anche percentualmente sul portafoglio totale e utilizzo, anche solo con opzioni, laddove esistano.