Nonostante gli interessanti livelli raggiunti di 18600/18200 di indice/future giugno, non c'è stata una benché minima reazione.... e questo non è un bel segnale. Però si può... solo sperare!

L'aumento di capitale Unicredit sta dando i primi effetti nefasti e di pesantezza sul mercato, come previsto, ed a tutto il corparto bancario. Uno su tutti Creval, che è arrivato a sfiorare la parete inferiore del range 0,38/0,52, palestra ideale per un proficuo trading, però guidato, appoggiandosi dolcemente sugli psicologici 0,40, per il momento.

Anche altri titoli da noi segnalati e suggeriti come Yook, FCA e Generali si sono fermati su supporti più o meno importanti come, rispettivamente 14,00, 9,60 e 14,60, dove si possono chiudere le posizioni in vendita call e put con scadenza Febbraio e Marzo ed aprirne di nuove scadenza  Aprile ed anche Giugno, sempre in box molto largo, come riportato nelle precedenti.

ELEN è ritornata sui supporti di 21,5 e può essere riacquista e poi riscaricata in parte sui 22,5 e poi 23,8. Target di Medio termine 25 euro.

Buon rientro anche sulla solita Unipol  sai,in area 1,90, su Intesa rnc a 2,05 . Coprire poi su rimbalzo verso 2,0/2,05  e 2,10/2,15 rispettivamente con vendita di call 2,10 e 2,20 rispettivamente Aprile e Giugno.

Continuo trading di Telecom rnc fra gli 0,66 e 0,70, dove va venduta anche con opzioni call marzo aprile 0,70 appunto, 0,72.

Riaccumulare ancora , con attenzione e discrezione, Moncler, Campari e Fineco.

Mantenere per il medio lungo termine, sempre Tamburi, ormai pronta ad un ulteriore scatto verso 4,20. Vero titolo gioiello 2017 e probabilmente 2018.