MERCATI AZIONARI

La distribuzione dei flussi è in questo momento ribassista: rating -3 per la curva europea e rating -2 per quella americana. Il quadro distributivo allargato conferma lo scenario ribassista. Rating complessivo: -2.

Alle ore 10,30 è partito un rimbalzo consistente come sempre in un ciclo stocastico rialzista. In questo momento non ci sono le condizioni per operare ma siamo alla ricerca di nuove entrate short sugli strumenti di rischio normalmente lavorati. Le condizione di incertezza relative al referendum inglese sulla Brexit tracciano un'unica via per i mercati azionari: quelle del ribasso. Ci sarà prima del voto un solo forte rimbalzo, che è verosimile immaginare nella giornata di venerdì.

EURO-DOLLARO

Nessuna correlazione EUR-USD / mercati azionari. L'euro scende per motivi legati al rischio Brexit, quindi non è una vera e propria correlazione diretta. Ciò significa che eventuali rimbalzi non saranno necessariamente coordinati. Dopo la forte discesa delle ultime ore allo stato attuale non ci sono le condizioni per operare in ottica intraday, ma fino al referendum la tendenza è certamente ribassista. Progettiamo un'entrata short su un eventuale rimbalzo.

RISCHIO GEOPOLITICO

Il rischio geopolitico è alto e in aumento. Ciò di per sé impatta subito sui mercati in modo negativo, contribuendo ad orientanrli al ribasso: si tratta di segnali che si inseriscono nel contesto generale sempre più critico in questi giorni, dopo quasi tre mesi relativamente tranquilli. Da sottolineare che la tensione in Siria, interrotta con la tregua iniziata a metà febbraio, ha ricominciato a salire, e ci sono nuovamente focolai di guerra civile. Così come in Ucraina, in Libia e in Iraq. I campionati europei di calcio in Francia sono un palcoscenico invitante per azioni terroristiche.